Crea sito

Pallapugno maschile - Si chiude il girone di andata con una sconfitta

Non deve trarre in inganno il titolo: la sconfitta c'è stata, innegabile, ma il punto portato a casa dal campo di San Maurizio è la riprova che l'ASD Brusasco può espirare alla promozione. Infatti la partita, durata 5 set, è a favore dei padroni di casa, in formazione completa e sicuramente in buona forma, che hanno tuttavia subito i momenti di lucidità dei brusaschesi che hanno messo, per buona metà dell'incontro, il cuore dove mancava la tecnica.

Il primo set è all'insegna dell'ASD Brusasco, cinica nei primi 6 giochi, impanicata sulla rimonta avversaria, ma determinata nel vincere il 40-40 sul 4-4. Il secondo set, come il terzo, scorrono tra le sviste arbitrali e l'affiatamento della squadra capitanata da Nosengo che, neanche avessero installato un gps su De Pasqualin, puntano lo sfortunato giocatore brusaschese, costringendolo spesso all'errore, senza che i compagni potessero mettere una pezza. Solo nel 4o set si rivede l'ASD Brusasco da promozione, la squadra che non lascia uno spazio, pochi punti agli avversari, schiacciate e palle ad effetto per un 5-0 che riapre il match. Quinto set a favore dei sanmauriziani, più abituati al campo di casa di cui dimostrano di conoscere ogni singola linea: battute al millimetro e 2 punti in cassaforte.

Decisamente si è vista un'ASD Brusasco meno rinunciataria e più aggressiva, capace per molti frangenti di stare davanti ad una delle squadre candidate alla finale, il che dà buone speranze per il girone di ritorno, visto che il campionato è ancora aperto: 2 punti a dividere le posizioni dalla 2a alla 4a.

ASD San Maurizio (Nosengo) - ASD Brusasco: 3 - 2 (4-5 5-1 5-2 0-5 5-3).
ASD Brusasco: De Pasqualin, Giachino, Guzzon e Roffredo. A disposizione Pecorella.

Le dovute pagelle:

  • De Pasqualin - 5+: Parte a razzo dimostrando la sua indiscussa classe, poi si perde tanto da non sapere dove metterlo in campo (non potendolo sostituire). Tornano buone le sue battute, date per disperse dopo il precedente incontro e va detto a sua discolpa che era il preferito degli avversari. DOWN JONES
  • Giachino - 5.5: Vero mattatore della prima parte del primo set, pian piano si spegne, ma quando sostituito da Pecorella prende il posto di quest'ultimo nell'incitare i compagni e consigliare al meglio la squadra. STAFFETTA
  • Guzzon - 7: Si riconferma una presenza importantissima per la squadra, si fa trovare pronto sui pochi palloni che gli avversari gli dedicano, lasciandoli spesso con un pugno di mosche. Indomabile ci crede fino alla fine sfoderando anche colpi ad effetto. CUORE BRUSASCHESE
  • Pecorella - 6: Lascia spazio ai compagni accomodandosi sulla scomoda panchina, incita i compagni e da disposizioni utiliti. Chiamato a darsi da fare in campo sfodera un set di battute a girare incredibili, nell'ultimo set non può nulla contro le battute del suo omonimo avversario. D'EFFETTO
  • Roffredo - 6+: Da sicurezza alla squadra da terzino, prende ottimi palloni, nonostante gli effetti degli avversari siano incredibili. Polemico con l'arbitraggio, ci mette come sempre rabbia e grinta per portare a casa punti. RINGHIO

Prossimo appuntamento per martedì, ospiti, non si sa ancora dove, dell'altra formazione di San Maurizio, battuta nel turno di andata, che tuttavia ha avuto facilmente la meglio nel derby, partite in cui ha raggranellato l'80% del loro punteggio e che si candida come imcomoda per il 3o posto.

Dario Pecorella || 06/03/2009 15:21.37 || Creative Commons License

Notizia successiva: Pallapugno femminile - E' serie C!
Notizia precedente: Pallapugno femminile - Esordio con il botto per le brusaschesi!

Visite: 782878
Aggiornamento: 04 dicembre 2014
RSS news antipixelRSS appuntamenti antipixel