Crea sito

Tamburello - Inizio con il botto per i brusaschesi

La trasferta a Monale sulla carta non era per nulla facile: una squadra con alle spalle una società (ed un paese) con decine di anni di storia nel tamburello non la si può non considerare un avversario ostico, soprattutto per una società come l'ASD Brusasco al suo 3 anno di attività. Infatti gli avversari, nonostante la loro giovane età, si sono rivelati tecnicamente superiori e molto più precisi dei brusaschesi oltre che galvanizzati dalla partecipazione ad una competizione italiana. D'altro canto va dato atto ai giocatori dell'ASD Brusasco, in formazione raffazzonata per le assenze di due giocatori, di aver saputo essere squadra grazie anche alla maggior maturità, forza fisica e osservazione del gioco.

Sul campo in terra battuta della società Polisportiva Monalese, i primi dieci giochi scorrono nella completa parità tra le formazioni, con i padroni di casa decisamente più incisivi dei brusaschesi, in difficoltà nel collocare De Pasqualin in una posizione adeguata alle sue caratteristiche. Raffinate le posizioni (Roffredo e Guzzon dietro, De Pasqualin mezzovolo e la coppia Pecorella-Marchisio terzini) il gioco inizia a sbilanciarsi per gli ospiti che riescono a portare a casa i 2/3 dei trampolini. La vera svolta del match arriva però con l'entrata a regime di De Pasqualin, più incisivo nella sua posizione, che velocizza il termine dell'incontro segnato da una leggera pioggerellina.

Monale - ASD Brusasco: 8-16. ASD Brusasco: De Pasqualin, Guzzon, Marchisio, Pecorella e Roffredo.

Le pagelle:

  • De Pasqualin - 6: Se si guardasse solo la prima parte dell'incontro la sua pagella sarebbe ben al di sotto della sufficienza (e non sopra il 4), ma vista la seconda parte, quando finalmente ritrova se stesso ed i colpi buoni, la sua prestazione è suffiente. CARICATO A DIESEL
  • Guzzon - 8: Chiamato al riscatto da 2 stagioni di alti e bassi, spara le sue cartuccie e fa strage di avversari. Regala due o tre colpi di precisione costringendo i padroni di casa a ritracciare il campo. CECCHINO
  • Marchisio - 7,5: Alla sua prima partecipazione in un campionato, nonostante la preoccupazione di sfigurare, sfodera la prestazione attesa: chiude tutte le palle che transitano nei sui pressi e recupera palline invisibili ai più. TE LO ASPETTAVI?
  • PECORELLA - 7: Più asino del solito si scalda a mandare palloni fuori campo. Quando è ora di chiudere il gioco fa il suo dovere, un paio di salvataggi inaspettati e qualche palla in drop... Non riesce a recuperare un gelato dalle tifose avversarie. FACCIA DA CULO
  • ROFFREDO - 8: Si piazza dietro pensando di fare il suo compitino, ed invece si ritrova a fare anche gli straordinari, incalzato dagli avversari risponde con colpi precisi senza farsi intimorire. SOTTO TIRO

Oggi pomeriggio, sul campo allestito a San Sebastiano da Po, il primo match casalingo contro i campioni in carica del Rocca d'Arazzo, alle ore 17.

Dario Pecorella || 02/06/2009 11:00.25 || Creative Commons License

Notizia successiva: Tamburello - Buona anche la seconda!
Notizia precedente: Pallapugno maschile - Sconfitta in finale nonostante il bel gioco

Visite: 787386
Aggiornamento: 04 dicembre 2014
RSS news antipixelRSS appuntamenti antipixel