Crea sito

Tamburello maschile - Storica finale per i brusaschesi

asd_brusasco_22072009.jpgIl titolo dice tutto: l'ASD Brusasco conquista l'accesso alla finale del Campionato Italiano di Tamburello a Muro di serie E. L'evento è storico perché mai l'associazione aveva raggiunto un tale traguardo, soprattutto alla luce dei soli 3 anni di attività. Merito del pareggio rimediato sul campo di Ottiglio, atipico per la presenza della rete in sostituzione del muro e popolato di tante zanzare da far rimpiangere il campo di casa brusaschese.

L'incontro inizia subito con un paio di giochi a vuoto degli ospiti, che nonostante un buon allenamento, non riescono a venir a capo dell'intricato muro di tubi e rete su cui gli avversari, padroni di casa, impostano la maggior parte del gioco. Ci pensa Pecorella, in serata di grazia, a risollevare la situazione, riportare gli avversari sulla terra e far diventare il muro amico. La rapida ripresa porta facilmente i brusaschesi a prendere punti di distacco, con Guzzon che contiene e spezza il gioco avversario, Marchisio padrone della sua posizione ed insidia per i terzini avversari, i fondocampisti De Pasqualin e Roffredo a gestire il gioco: 12 a 6 e la qualificazione sembra ormai solo questione di minuti. Con il passare dei giochi, e l'aumentare della stanchezza dei brusaschesi, i padroni di casa si rifanno intrepidi e sbagliando poco raggiungono e sopravanzano i rosso-neri. Sul 15-14 per Vignale Pro Loco Ottiglio, sono i terzini a metterci le ultime energie e scongiurare lo spauracchio dello spareggio: 15-15 un pareggio che vale, grazie alla vittoria in casa della scorsa settimana, la finale.

Vignale Pro Loco Ottiglio - ASD Brusasco: 15 - 15. ASD Brusasco: De Pasqualin, Guzzon, Marchisio, Pecorella e Roffredo.

Le pagelle della serata:

  • De Pasqualin - 5,5: Il campo, le zanzare e l'emozione non l'aiutano nel giocare al meglio le sue carte. Bersagliato dagli avversari per tutto l'incontro spesso le sue risposte sono poco efficaci o in ritardo. IRRISO
  • Guzzon - 7,5: Il muro non gli mette paura e crede nella finale per tutto l'incontro, impreca e sprona i compagni a far altrettanto. Finisce le batterie sul finire dell'incontro dopo aver sacrificato le scorte nel portare a vantaggio massimo la squadra. GLADIATORE
  • Marchisio - 7,5: Alla sua prima uscita con un muro, si accomoda sul lungo linea e prende a pallettate gli avversari sbagliando ben poco. Incita i compagni nei momenti di perdizione e mantiene la concentrazione. SAGGIO
  • Pecorella - 8: Sembra nato per il muro, respinge un'infinità di palline al mittente e scova i punti critici del muro. Sarà chiamato a ripetere la prestazione sul muro in mattoni della finale. SPIDERMAN
  • Roffredo - 7: Il muro non fa per lui, e lo si capisce dal tamburello che esce fuori dal campo in barella ancor prima di iniziare. Mantiene i nervi saldi con il compagno di ruolo, anche quando lo spettacolo era pessimo. SANTO SUBITO

Per la finale, in programma mercoledì 29 luglio sul campo di Tonco (Ovada e Vignale impraticabili) alle 21:30, servirà una prestazione maiuscola contro il Cinaglio già incontrato nella prima fase e contro cui gli scontri diretti sono sfavorevoli.

Dario Pecorella || 23/07/2009 21:12.57 || Creative Commons License

Notizia successiva: Tamburello - ASD Brusasco sconfitta in finale
Notizia precedente: Tamburello maschile - L'ASD Brusasco ad un passo dalla finale

Visite: 782870
Aggiornamento: 04 dicembre 2014
RSS news antipixelRSS appuntamenti antipixel