Crea sito

Pallapugno femminile - Chi ha puntato la sveglia?

ASD Brusasco - Monferrina Casale 2-3
ASD Brusasco: Bordin Elena, Dorato Sara, Liffredo Anna, Saroglia Eleonora, Veggian Laura.
L'intera partita sarà on-line a breve.

CAVAGNOLO (TO) - Venerdì 19 febbraio è andato in scena il teatro dell'assurdo in una delle partite più appassionanti mai viste nella storia della squadra femminile dell'ASD Brusasco. Assurdo che le brusaschesi non abbiano praticamente giocato nei primi due set, persi 5-0 e 5-2. Assurdo che le fondocampisti si siano impuntati nel palleggiare anche i palloni più morbidi, evitando sistematicamente la schiacciata. Assurdo che nei primi due set le fondocampiste abbiano tirato delle "ciofeche" facilmente neutralizzabili dai terzini e poi abbiano sbagliato in maniera opposta, mandando alcuni palloni troppo lunghi fuori dal campo.
Tra tante assurdità di una partita pazza, va scritto ciò che di assurdo in senso positivo è accaduto. Innanzitutto la grinta messo in campo dalle brusaschesi. Sarà pur vero che alla vigilia si diceva "Massì è solo una partita di pallapugno", ma dal terzo set in poi neanche un giocatore di rugby avrebbe osato fare uno sgarbo alle cinque brusaschesi. Questo sano nervosismo si è tramutato in una potenza e prepotenza assolutamente mai vista, che le ha rese uno squadrone unito ed amalgamato.
Una volta pareggiato il computo dei set, le brusaschesi si sono un po' rilassate. La carica nervoso si è esaurita e tanti saluti alla vittoria. La partita si è chiusa con l'amaro in bocca per il punteggio, ma con una sensazione di potersela giocare con tutti.
Questo dovrà accadere domenica 21 febbraio alle 20 contro il Vignale 2. Tre punti potrebbero non bastare per evitare i play-out, ma intanto cominciamo a conquistare la vittoria...

Pagelle:
Bordin - 6+: l'inizio è da leccarsi i baffi. Attenta e concentrata, non si lascia sfuggire nulla e ottiene numerosi punti. Poi però cala e, specialmente nell'ultimo set, commette errori grossolani. NOS
Dorato - 6: poca mobilità, ma non è una novità. Però qualcosa di buono salta fuori. Le palle che arrivano addosso a lei vengono ribattute nell'altro campo e la battuta pare non essere più un grosso problema. GRU
Liffredo - 7: come sempre è lei che issa le vele della squadra. Quando ha il vento in poppa la squadra gira, quando invece si intestardisce tutte le altre ammainano lo spinnaker come fa lei. BANDERUOLA
Saroglia - 7: il quarto set sarebbe da menzione. Un 10 da scrivere a caratteri cubitali per l'impegno, i tuffi e il numero di punti conquistati dall'ASD Brusasco grazie a lei. E' un terzino di pallapugno, ma fosse di calcio sarebbe da paragonare a Roberto Carlos. Peccato che la partita duri cinque set e così nel taccuino va annoatato un inizio così così e un finale un po' meno splendente. TOPINHA
Veggian - 6+: i primi due set facciamo che non contarli, tanto si è trovata in difficoltà. Poi però esce dal guscio e qualcosa di buono lo combina. Sopratutto quando va a fare il terzino, da non dimenticare per il futuro. JOLLY

News modificata a seguito della segnalazione giunta sabato 27 febbraio dalla squadra avversaria. Il Direttivo dell'ASD Brusasco si scusa con chi non si è trovato daccordo con quanto scritto.

ASD Brusasco || 20/02/2010 08:55.12 || Creative Commons License

Notizia successiva: Pallapugno maschile - Un set su quattro non basta
Notizia precedente: Pallapugno maschile - Tanta grinta non basta...

Visite: 747758
Aggiornamento: 04 dicembre 2014
RSS news antipixelRSS appuntamenti antipixel