Crea sito

Pallapugno maschile - Manca un punto per accedere alla finale.

Video: Real Montalero - ASD BrusascoCERRINA (Al) - Si rivede l'ASD Brusasco che vince dopo il tonfo inatteso e fastidioso di venerdì sul campo del Sala. Fastidioso perché un solo punto in più avrebbe regalato con una giornata d'anticipo la certezza dell'accesso alla finale: ora sarà necessario conquistare 1 punto contro la corazzata San Maurizio, oppure sperare che il Real Montalero riesca nell'impresa di sbloccare la sua classifica conquistando 1 punto al Vignale Cascina Intersenga. Son conti matematici, forse inopportuni, ma che descrivono bene la situazione brusaschese dopo la vittoria sul campo del Real Montalero: terzo posto assicurato ed ancora viva la possibilità di accedere alla finale per giocarsi l'accesso alla Serie A contro San Maurizio. Sicuramente per la finale servirà portare a San Maurizio (ironicamente il prossimo avversario) maggior carattere e tecnica, in parte dimenticate a Verolengo nelle ultime due trasferte, oltre alla necessità della presenza di tutti i giocatori brusaschesi per poter far fronte, con cambi repentini, ai momenti di scarso rendimento mostrati dai giocatori.

LA CRONACA - Sotto tono l'avvio degli ospiti, che nella nuova configurazione con Roffredo a sostituire il nuovamente assente De Pasqualin, non trova fin da subito il giusto ritmo. Bravi comunque i ragazzi dell'ASD Brusasco a capitalizzare gli errori avversari e conquistare il primo set. Nel secondo sono i padroni di casa a fare gioco e spingere all'errore, senza grosse difficoltà, gli ospiti torinesi. Dal terzo set in poi si riaccende la macchina macina-giochi brusaschese che lascia sul referto una fila consecutiva di nove giochi presi che valgono la vittoria del terzo set ed un ampio margine per il quarto. Margine che, come ormai consuetudine, non viene subito capitalizzato con una rimonta degli avversari che ha seriamente rischiato di compromettere il buon lavoro svolto nei precedenti giochi.

LE PAGELLE
GIACHINO - 6: Il gioco lento degli avversari e la stanchezza della giornata non l'aiutano a rendere al massimo. Sembra il gemello brocco dell'Edgar visto contro Vignale. STANCO
GUZZON - 7: Non si riscalda bene ed inizia a mandare palle e pallette ovunque tranne che in campo. Quando si riprende inizia la sua solita e consueta opera di martellamento serrato. RISCALDARE CON CURA
PECORELLA - 6: Come il compagno di ruolo Giachino non rende al massimo, chiude qualche palla ma ne spreca altrettante. Si risveglia un po' nel finale. DA PANCHINA
ROFFREDO - 6,5: Chiamato con qualche giorno d'anticipo a sostituire De Pasqualin studia da fondocampista. Purtroppo ci mette un po' a trovare confidenza con il ruolo. ALUNNO MODELLO

ASD Brusasco || 15/03/2011 12:08.45 || Creative Commons License

Notizia successiva: Pallapugno femminile - Un'occasione sprecata
Notizia precedente: Pallapugno maschile - Sconfitta al tie-break

Visite: 757544
Aggiornamento: 04 dicembre 2014
RSS news antipixelRSS appuntamenti antipixel